SBABABAM! Hallo Kitty regina indiscussa della Malesia...mah...

Un po’ di Malesia! Sandokan:la tigre della Malesia, io non l’ho trovato, ma sua cugina Kitty sì!

giusta

Sono ancora qui, ancora a raccontarvi di ricordi e niente del presente, se non qualche scatto rubato a queste giornate lunghe e tormentate… A breve, però, ci sarà la partenza ( la storia della ricerca del biglietto, date e prezzi li trovate: qui ) e una volta iniziato il viaggio, credo che tutto svolterà  finalmente e riuscirò a dare a questo blog il tono che si merita e che avrebbe dovuto avere sin dall’inizio!

Per il momento mi devo accontentare di parlarvi dei ricordi anche perché. avendo lasciato il lavoro e la routine di tutti i giorni con lo scopo di vivere in nomadismo ,questa attesa forzata  mi ha lasciata con poca scelta e le mie giornate sono diventate un lungo countdown.

Oggi vorrei portarvi in Malesia o almeno in quel poco che ho visto io di questo posto, che va dai centri commerciali lussuosissimi di Kuala Lumpur, a isole ancora veramente poco conosciute dai turisti! Io Sandokan non l’ho visto ma, sono sicura che, se andate a imboscarvi un po’ nelle foreste in quei posticini un po’ meno battuti dai viggiatori, lui sarà sicuramente nascosto da qualche parte ad aspettare la sua Marianna!eheheh!

La nostra prima meta in Malesia è stata Malacca, a sud di Kuala Lumpur! Ci siamo arrivati tramite i consigli di amici e non è stata per niente male! Intanto, si parte con le passeggiate e i tramonti in riva al fiume…

In riva al fiume, Malacca, Malesia
In riva al fiume, Malacca, Malesia
Il mulino ad acqua, Malacca, Malesia
Il mulino ad acqua, Malacca, Malesia
I tramonti sono sempre il TOP! Malacca, Malesia
I tramonti sono sempre il TOP! Malacca, Malesia

Qui abbiamo dormito in un piccolo ostello vicino alla piazza principale, carino e colorato, dal prezzo modico (e un caldo tipo bagno turco in camera, ma questo dipende dalle nostre braccine corte e dal non scegliere mai le stanze con ,che ne so, aria condizionata, una finestra… cose così). Comunque ho un bel ricordo di questo posto: pulito, piccolo, con due ragazze che spiaccicavano solo 3 parole in inglese e le bici parcheggiate dentro la reception!

La reception con le bici! Malacca, Malesia
La reception con le bici! Malacca, Malesia

La Malesia, dal punto di vista economico, si trova a metà tra la Thailandia e Singapore, ovvero: più costosa rispetto ai prezzi Thai, ma più economica rispetto a Singapore! Un compromesso che ci può stare benissimo!

In giro per le strade di Malacca non ci sono troppi turisti ma, è comunque pieno di ottimi posti dove mangiare, o bere succhi di frutta fresca( l’avrete capito che ne sono dipendente!eheheh!) e, tra un negozio di souvenir e l’altro, ci si imbatte piacevolmente in posticini come questi ,per esempio:

10294436_10205780621894024_3952850923574327699_n
Malacca, Malesia
Altro tempio cinese, Malacca, Malesia
Eng Choon Association, Malacca, Malesia

O, addirittura, ci si può ritrovare davanti, questo bestione parcheggiato in mezzo all’incrocio:

Veliero in rotonda? Malacca, Malesia
Veliero all’incrocio? Malacca, Malesia

Dopo aver fatto una passeggiata lungo le sponde del fiume, bevuto un frullato e comprato qualche souvenir ,perché non fare un salto alla piazza principale di questo posticino, così piccolo e tranquillo da farti sentire come a casa? Eccola qua:

Piazza, Malacca, Malesia
Piazza, Malacca, Malesia

Una semplice piazza con l’edificio sede delle poste, una fontana, gente che va, gente che viene: chi aspetta il bus, chi aspetta il suo tuk tuk( questi tricicli a motore o carretti con la bici incorporata che, in Asia, vanno per la maggiore come mezzi di trasporto). Insomma, tutto molto normale,se non fosse per un piccolo particolare:

SBAM!
SBAM!
SBABABAM! Hallo Kitty regina indiscussa della Malesia...mah...
SBABABAM! Hello Kitty regina indiscussa della Malesia…mah…

Ragazzi, non chiedetemi perché ma, la Malesia, è invasa da Hello Kitty! A parte i negozi di souvenir, a parte le borsette e le cavolatine che, ok ,i gusti son gusti, (non è proprio il mio gatto preferito a dirla tutta…) ma, da dove arrivi il fatto che persino i tuk tuk (in questo caso non a motore, ma con la bici, tipo risciò) siano un inno ad Hello Kitty …io davvero non me lo spiego! Pensate che sia finita qui????????

L'ostello di Hello Kitty, Malacca, Malesia
L’ostello di Hello Kitty, Malacca, Malesia

e invece no: l’ostello di Hello Kitty; dove ti danno persino le ciabattine a tema! Non so che cosa dire! Io che sono un’amante delle cose un po’, come dire: “senza senso”, l’ho trovato esilarante! Per chi ama Hello Kitty, questo potrebbe essere il paradiso!

Per chi non dovesse essere un simpatizzante del gattino col fiocchetto più famoso del mondo, ho una buona notizia: ci sono anche altri tipi di decori per i vostri mezzi di trasporto!!!

Viaggiare con stile! Malacca,Malesia
Viaggiare con stile! Malacca,Malesia

La seconda tappa della Malesia, non poteva essere che Kuala Lumpur!

China Town, Kuala Lumpur, Malesia
China Town, Kuala Lumpur, Malesia

Come spesso ci accade, siamo finiti in un ostello a China Town! E’ sempre stra conveniente dormire nelle China Town delle grandi città ma, alle volte, gli ostelli possono essere dei casermoni fatiscenti, un po’ come in questo caso! I bagni in comune non sono mai a 5 stelle ma, io non sono una gran schizzinosa e, finché siamo nel limite della pulizia e non rischio di prendere lo scorbuto o il colera, mi butto ormai senza problemi!

In ogni caso  China Town è ottima per i suoi mercati e per i prezzi bassi di ogni cosa,dal cibo all’ accomodation! Qui, a Kuala Lumpur, ho potuto dare veramente libero sfogo allo shopping! Oltre ai mercati per strada,ci sono mercati coperti, anche a più piani , dove si trova l’introvabile a prezzi stracciati.Appunto per questo troverete un sacco di cose talmente inutili, ma talmente economiche, che non potrete fare a meno di comprarne almeno due paia, qualunque cosa siano! Sto delirando al solo pensiero! Non è finita qui perché, se non siete degli amanti dei mercati, ci sono un sacco di centri commerciali a 2,3,4,5,6 o più piani, in cui si trovano anche le grandi marche dei nostri stilisti italiani e non solo loro. Di sicuro se avete bisogno di qualcosa la troverete, su questo non c’è pericolo!

Per le strade di Kuala Lumpur,a volte, si incontrano personaggi strani buttati sui bordi del marciapiede ma, quando ti ritrovi a cercare una via in particolare insieme a un ragazzo messicano incontrato per caso, può diventare un’esperienza mistica e divertente! 😉 A proposito, è proprio grazie a questo ragazzo messicano e ad altri viaggiatori conosciuti per strada, che siamo finiti nell’isola di Pangkor, ma questa è un’altra storia!

Che dire, per le strade di Kuala Lumpur, come in tutte le grandi città, si passa dalla ricchezza sfrenata, a situazioni non altrettanto fortunate a distanza di qualche metro; basta svoltare un angolo e il panorama cambia totalmente. In ogni caso,non è sicuramente il posto dove ho visto il peggio del peggio; qua il dislivello tra un ceto sociale e l’altro non è così marcato e profondo…

Tanto per darvi un’idea: lo sfarzo che ci si ritrova davanti quando si arriva alle Petronas Twin Towers , farebbe impallidire chiunque

Petrosan Twin Towers, Kulal Lumpur, Malesia
Petronas Twin Towers, Kuala Lumpur, Malesia
Dettaglio, Petrosan Twin Towers, Kuala Lumpur, Malesia
Dettaglio, Petronas Twin Towers, Kuala Lumpur, Malesia

Di giorno sono imponenti e fremono di vitalità, con il via vai per salire sino alla cima, o per visitare il grande centro commerciale che ospita al suo interno ma, il meglio di loro, lo danno di notte: con le luci, le fontane colorate e la magia che si crea, di fronte a queste due torri colossali

Petronas Twin Towers, Kuala Lumpur, Malesia
Petronas Twin Towers, Kuala Lumpur, Malesia
Petronas Twin Towers, Kuala Lumpur, Malesia
Petronas Twin Towers, Kuala Lumpur, Malesia

Per essere un palazzone di vetro e cemento, devo dire che sapeva creare una certa atmosfera! 😉

In ogni caso, in giro per la città ,cercate sempre di guardarvi intorno perché ci sono meravigliose opere di Street art sparse un po’ qua e un po’ là e valgono la pena di essere notate e fotografate. E’ come passeggiare in una galleria d’arte all’aria aperta!

Street art, Kuala Lumpur, Malesia
Street art, Kuala Lumpur, Malesia
Street Art, Kuala Lumpur, Malesia
Street Art, Kuala Lumpur, Malesia

Ovviamente a Kuala Lumpur, c’è molto di più da fare di quello che vi ho raccontato, ci sono una miriade di attrazioni, ma facciamo sempre delle scelte su cosa andare a vedere, a seconda di : tempo, budget e, ovviamente, combinando le mie priorità con quelle di Fede! Così ,siamo spesso sulla stessa linea e dedichiamo molto più tempo alla natura che alle città… forse è anche per quello che le riusciamo ad apprezzare di più, perché poi scappiamo sulle montagne o su spiagge deserte e incontaminate, lontano dai claxon e dalla frenesia dei locali ! Ripeto: è sempre una questione di gusti!

Una cosa curiosa con la quale chiuderei questo racconto è un frutto speciale: il durian.

Questo frutto, lo avevo incontrato anche in altri posti in Asia, ma qui lo proponevano veramente in modo insistente! Sono dei frutti,spesso di grandi dimensioni, ricoperti da una corazza spinosa e dal gusto di dubbia bontà. A questo punto devo fare un “mea culpa”  ,perché ammetto di non averlo provato;non so per quale motivo ma,nonostante fosse dappertutto, davvero, non c’è mai stata l’occasione giusta. In realtà ci sono storie terrificanti su questo frutto: sul fatto che sia disgustoso, che l’odore ,quando viene aperto, sia molto simile a quello di un paio di piedi sporchi e puzzoni…vi dico solo che, tra i vari divieti di Singapore, c’era anche quello di mangiare il durian in molte aree della città! Quindi vi lascio immaginare! Giuro che, alla prossima occasione, non mancherò di provare questo frutto del terrore! Qualcuno di voi lo ha mai provato????

Per il momento abbandono qua i ricordi malesiani ma, tornerò presto con i racconti su Pangkor, un’isola al sapore ancora autentico!

Ciauuuu!
Ciauuuu!

 

 

14 pensieri su “Un po’ di Malesia! Sandokan:la tigre della Malesia, io non l’ho trovato, ma sua cugina Kitty sì!

  1. Ho riso troppo con Hello Kitty, io sono una grande amante dei gatti ma lei non è che mi stia molto simpatica, e non gradirei molto ritrovarmela ovunque! 🙂 Bellissime le Petronas Twin Towers, illuminate devono essere un vero spettacolo!

  2. Io con Hello Kitty non ce l’ho, ma vedendo tutto quell’assembramento ho avuto un attimo di sconforto. Quasi un attacco di panico, ahahahah!
    Ho riso tanto, anche se ero a metà tra l’ilare e il “non ci credo”…ma poi era lì nero su bianco!
    Sai che per essere il ricordo di un viaggio, è comunque ricco di belle emozioni, suggerimenti, aneddoti? Non manca nulla. Hai fatto un ottimo lavoro.
    Non è facile, io stessa per il blog ho dovuto fare salti temporali anche di 14 anni, ma questo non vuol dire che vengano a meno i suggerimenti. Magari qualche particolare…Ma il risultato è perfetto 🙂 Brava!
    Claudia B.

    1. Grazie…io ho un cervello strano che ricorda a volte delle stupidaggini,ma dimentica cose fondamentali..non so quale sia il mio criterio di scelta su cosa ricordare! Quindi faccio una fatica incredibile… avevo aperto il blog proprio in procinto della partenza,non mi aspettavo che andasse tutto storto e avrei dovuto fare dei ricordi la parte princiale del racconto! Grazie che apprezzi e che capisci (visto la tua stessa esperienza) la fatica nel lavorare su cose di memoria! Cmq credimi hello kitty non l avrei mai potuta dimenticare era dappertutto!ahahah! Grazie il tuo commento mi ha rallegrato questa giornata un po nera!

  3. Il Durian? No, questo mi manca! E’ proprio carino questo post ed è una fotografia ben fatta della città. E poi che dire di Hallo Kitty? Ah, ah, mi hai fatto sorridere un sacco. GRazie 🙂

  4. Io ho deciso…sto comoda sul divano e seguo i tuoi viaggi in Oriente. Aahahahah Sicuramente te l’avrò già detto, anche se mi affascinano molto questi luoghi allo stesso tempo ne sono respinta. Stesso discorso per mio marito e quindi questi magnifici luoghi non sono mai tra le nostre mete. Però grazie a te intanto li scopro poi nella vita “mai dire mai”. Comunque ad un certo punto ci starebbe bene anche un “Goodbye Kitty” 😉 In bocca al lupo per il prossimo viaggio…attendo nuovi bellissimi racconti e bellissime fotografie!!! Un abbraccio!!!

    1. ahahahah! goodbye kitty è fantastico! io invece ho visto le foto e letto il tuo viaggio in quel continente (quello americano) dove non ho mai messo piede…e dove vorrei davvero andare al più presto possibile! l’asia è un mondo a parte a volte può essere anche moooolto stressante, quindi capisco che per certi versi uno possa essere restio! io me ne sono innamorata, ma tante persone pur essendoci state hanno avuto semplicemente la conferma che non era il genere di viaggio per loro e non c’è assolutamente niente di male ,ne niente di strano! ogni viaggiatore ha la sua strada, l’importante è non fermarsi mai! 😉 grazie mille per essere passata di qua! <3

  5. Bellissimo articolo su dei luoghi che sono nella mia wish list di viaggio. Affascinanti. Ricchi di storia folklore e modernità. Dovrò pero attrezzarmi con qualcosa di Hello Kitty per integrarmi 😉

    1. ahahah! non ti preoccupare troverai tutto l’occorrente per HELLOKITTARTI direttamente sul posto! è esattamente così: un mix tra tradizioni e super ultra cultura moderna! sembra di spostarsi non solo in posti diversi, alle volte sembrano dei salti temporali!grazie mille! 🙂

  6. Dopo aver letto e visto di Hello Kitty, mi è venuta l’ulcera… aiuto! Non che la micina mi stia antipatica, ma quando è troppo io non ce la posso fare…
    Chissà cosa ci trovano nella gattina bianca e rosa…
    Posti bellissimi 🙂 , che mi affascinano anche se ancora non mi ispirano il viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *