sunset in Pangkor, Malesia

Pangkor: isola per pochi!

Travel 2017

In Malesia, in realtà, non siamo stati troppo tempo, perciò abbiamo visto qualcosa, ma ci sarebbe molto altro che abbiamo dovuto lasciare indietro; un giorno torneremo, questo è poco ma sicuro!

Come già ho spiegato nell’articolo sulle mie TRAVEL RULES , nei nostri viaggi, cerchiamo sempre di recepire buoni consigli dagli altri viaggiatori perché, normalmente, niente può essere più accurato di una persona che è appena stata in un posto; questo batte ogni guida turistica ed ogni blog  o recensione esistente! Tramite altri viaggiatori, veniamo a conoscenza di questa piccola isola : Pangkor, che ci viene consigliata perché meno turistica rispetto alle altre, con spiagge carine, ancora molto wild e fondamentalmente meta turistica dei locals ( poco battuta dai turisti stranieri)! Dopo una premessa del genere, non abbiamo resistito!

Le spiagge wild di Pangkor, Malesia
Le spiagge wild di Pangkor, Malesia
Le spiagge wild di Pangkor. Malesia
Le spiagge wild di Pangkor. Malesia

In questo caso, ci siamo ritrovati in un super ostello in mezzo alle frasche, con vari bungalow sparsi in mezzo alla foresta, sempre a pochi passi dalla spiaggia (che poi, essendo un’isola di dimensioni minime, praticamente, si è SEMPRE vicini all’oceano!) C’erano amache dappertutto, zone comuni molto rilassanti e un bel clima di condivisione! Questo, però, lo trovate in tutti gli ostelli,  ci sono alcune eccezioni ovviamente ma, di solito, chi si ritrova in ostello è una persona dalla mente aperta, che non vede l’ora di condividere le proprie avventure e di ascoltare quelle degli altri!

Il clima, in questo caso,è di quelli caldi umidi perfetti per coltivare i pomodori!C’è un po’ quell’effetto serra che ti permette di farti la doccia e di evitare di asciugarti, tanto dopo 10 secondi sei di nuovo zuppo , ma di sudore! (e parlo da persona che fa fatica a sudare anche in sauna! Una ritenzione idrica da far invidia al granchio del deserto!) Appunto per questo, però, la vegetazione è rigogliosa come quella di Pandora (Avatar) e la fauna locale è stra presente in ogni dove!

Ci sono le scimmiette lungo la strada e uccelli dall’aspetto fantascientifico!

Scimmie! Pangkor, Malesia
Scimmie! Pangkor, Malesia
Bucerotide: un pennuto fantascientifico!
Bucerotide: un pennuto fantascientifico!

Come al solito ci siamo organizzati con uno scooter a noleggio: sulle isole è davvero il massimo, soprattutto quando sono così piccole! Il giro di Pangkor, si poteva fare più volte durante il giorno ma, ogni volta, trovavamo qualche posticino nuovo dove curiosare! Passando per i mercati :

Bancarelle! Pangkor, Malesia
Bancarelle! Pangkor, Malesia

e avvistando panorami incontaminati:

Pangkor, Malesia
Pangkor, Malesia

E’ proprio vero, in quest’isola, ancora non si sente la presenza turistica: il clima è più informale e tutto sembra molto più autentico, senza tanti fronzoli e cornici fittizie! Non è affatto facile trovare ancora posti così fuori dalla portata del turismo di massa! Questa sensazione di posto ancora notevolmente integro e poco occidentalizzato, cambia completamente la percezione di tutto ciò che ti circonda:tutto sembra avere un sapore diverso… che ho adorato!

In giro per Pangkor, oltre alle spiagge e alle foreste, ci siamo imbattuti in questo tempio cinese super colorato e con un laghetto pieno zeppo di tartarughe! Sembrava il set di un film abbandonato!

Il tempio cinese, Pangkor, Malesia
Il tempio cinese, Pangkor, Malesia
Dettagli del tempio: c'è anche il bianconiglio! Pangkor, Malesia
Dettagli del tempio: c’è anche il bianconiglio! Pangkor, Malesia
Tartarugheeee! Pangkor, Malesia
Tartarugheeee! Pangkor, Malesia

Come sempre, essendo un’isola, il pesce fresco è la pietanza più quotata ma riso e verdure, in Asia, non mancano mai! Quindi niente paura! Noi, in questo caso, avevamo la cucina in ostello quindi, spesso, abbiamo fatto un po’ di spesa ai vari mercati e poi ci siamo cucinati le nostre cene senza problemi! E’ divertente spulciare tra gli ingredienti in voga nei posti così lontani dalle tue abitudini culinarie!

A questo punto, non posso parlarvi di Pangkor senza raccontarvi l’highlight della mia esperienza su quest’isola:

IL FURTO Più ESILARANTE DELLA STORIA: LUPIN ASIA STYLE!

Dunque, come sempre, non manco di fare tappa nei vari supermercati del posto, per fare scorta di tutto ciò che mi sia commestibile, in caso non trovassi nulla da mangiare (di vegan ) e fossi in emergenza : “mamma mia, muoio di fame!” ( non so perché, ma le riserve che ho accumulato negli anni in realtà non placano il buco nello stomaco!ehehe).

Insomma, esco dal mini market ed ecco che vedo questa scena che mi ha fatto: prima di tutto, ridere un sacco; ma in un secondo momento ,mi ha anche fatto riflettere su quanto le abitudini e la routine di noi esseri umani sia così diversa, a secondo del luogo in cui nasciamo!

In una frazione di secondo, mentre esco, vedo entrare questa scimmietta che, con l’agilità degna di medaglia d’oro alle olimpiadi di ginnastica artistica, entra nel mini market, prende un pacchetto di patatine e salta su un albero sotto la pioggia di maledizioni della commessa, che ha persino provato ad inseguirla! ahahah, sì dai, bel tentativo! Se ne stava lì accovacciata nel suo posto sicuro e con le sue manine piccole e furbe era riuscita ad aprire la busta di plastica e assaporava la sua “preda”, se così si può definire! Questa scena, per me, non ha avuto prezzo! Batte i templi, i monumenti e tutto il resto! Questa è la vita dell’isola, quella vera, non quella sulle riviste di viaggio!

Pangkor, non è sicuramente un posto adatto a chi cerca la “vacanza” quella classica, quella dove le foto sono perfette e così le spiagge e le accomodations … Pangkor è un’isola piena di imperfezioni e sono proprio queste imperfezioni a renderla speciale : VERA!

Tramonto a Pangkor, Malesia
Tramonto a Pangkor, Malesia

Cosa ne dite? E’ l’isola che fa per voi?

 

 

 

14 pensieri su “Pangkor: isola per pochi!

  1. Bellissimo questo articolo è stupende le foto In effetti l’idea di chiedere a persone che sono appena state o conoscere qualcuno del luogo ti fa vivere in modo diverso il viaggio. Non conoscevo questa isola ma la tua descrizione mi ha affascinato

    1. Grazie!si mi piace ascoltare le storie degli altri…a volte e’ piu facile trovare posti che non sapevi neanche esistessero e vale la pena fare un cambio di programma…penso sempre che una gran parte del viaggio la facciano le persone che incontri e I momenti di consovisione! 🙂 per citare una frase che trovo centri il punto: ” la felicita’ e’reale solo se condivisa!” Da ” in to the wild” 😉

    1. Io conto di tornare..perche c e tanto da esplorare e tanto di inesplorato! Le scimmie sono davvero le piu furbe! Io una volta in nepal ne ho fatta arrabbiare una…non volendo…volevo solo farle una foto 🙂 eheheh! Ho rischiato l attacco ma e finita solo con me che scappavo e I nepalesi che se la ridevano! 🙂 🙂 🙂

  2. E me lo chiedi? È la mia si! Io in genere cerco di stravolgere e rivoltare anche le mete classiche, questa praticamente è già fatta!
    Ho letta con divertimento e curiosità il tuo post, un bellissimo spaccato di vita che condividerei volentieri. Soprattutto considerando che ho quasi deciso di cambiare meta la prossima estate, e questa isola non penso sia lontano da dove conto di andare…. Sarebbe il posto giusto.
    Mi hai ispirata!
    Claudia B.
    PS: scimmietta TOP

    1. Scimmietta super top! Ahahah! Sono contenta che ti sia piaciuta! Se vuoi una dritta su qualche isola… ne ho una che mi e rimasta nel cuore…ma in indonesia..non so dove conti di andare..ma se vuoi chiaccherare batti un colpo che sono piu che felice di condividere! 🙂

    1. Non avevo mai visto neanche io questa strana famiglia di pennuti!!! E stato un incontro bellissimo e una scoperta inaspettata per me che sono amante degli animali! Sembrava quasi finto da quanto bello era! 🙂 sono contenta che tu abbia apprezzato! 🙂

    1. Esatto… purtroppo alla fine tutti i posti con un potenziale rischiamo di trasformarsi nella stessa cosa…perche metti un resort qui,un bar la, due moto d acqua a noleggio giu ed ecco che sembra di stare a milano marittima! Eheheh! Speriamo resista! E mantenga il suo spirito selvaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *