amica capra

L’india secondo Matteo: PARTE SECONDA!

Lo so, è passata un’eternità dall’ultimo articolo…

Chi mi segue su facebook però, sa che è stata (ed è) un’assenza un po’ forzata. Il fatto è che dalla super organizzata Sydney, sono passata alla calma, infinita pace e assenza di tutto, del country side!

Eh già, mi trovo in mezzo al nulla, nella campagna più remota, tra alberi di arance e limoni, mucche, canguri, gatti, polli, alpaca e lucertole strane.

La connessione va abbastanza bene, ma non sono così attrezzata per seguire il blog decentemente, come vorrei, quindi, mi scuso se sarò un po’ più assente. Sto cercando di fare del mio meglio per proseguire questa avventura rendendovi partecipi, perché ci tengo e perché ringrazio ogni giorno chi perde quei 10 minuti del suo tempo (che per me è la cosa più preziosa che si ha) per leggere cosa scrivo e cosa sto combinando! Io so che magari non siete tanti, ma di sicuro siete I MIGLIORI! GRAZIE!

Le mie giornate qui, sono più o meno tutte uguali, siamo in campagna, ogni cosa ha bisogno del suo tempo per essere portata a termine, anche quando si parla delle più comuni banalità di tutti i giorni. Niente è scontato e ci sono tante cose da fare durante il giorno! Viviamo in una fattoria e questa è la nostra “HOME SWEET HOME” :

IMG_20170512_074014

siamo da amici che ci ospiteranno per un po’ (amici conosciuti qui qualche anno fa quando arrivammo “down under” per la prima volta; ormai qui ci sentiamo come a casa! 😉

Avrò tempo per spiegarvi meglio le mie giornate, ma oggi sono qui perché con l’India ho ancora qualcosa in sospeso! Vi ricordate Matteo???? Se non sapete di cosa sto parlando potrete scoprilo qui: L’ARRIVO DI MATTEO IN INDIA

Vi ricordate delle sue foto? L’India secondo Matteo! PRIMA PARTE

Ecco, una volta rientrato in Italy, è stato così meraviglioso, da decidere di prepararne altre, per me, ma soprattutto, per voi! Io le ho amate a prima vista e non avrebbe potuto farmi regalo migliore di questo, per concludere (quasi perché ho ancora qualcosa da dirvi) questo viaggio in India.

Come sempre le didascalie delle foto vengono da me, sono solamente un modo per crearvi un piccolo contesto e per permettervi di “passeggiare” meglio in questa galleria fotografica virtuale!

PRONTI???

A SPASSO LUNGO IL GANGE:

varanasi gange

Le sponde del Gange brulicano di vita, scene di vita quotidiana che ruotano intorno a questo fiume così carico di magia.

moscerini

Sembra quasi una nevicata notturna, invece quello sciame impazzito sono gli infiniti moscerini che troverete la sera passeggiando lungo il fiume sacro; fastidiosi??? un pochino, ma l’effetto della foto direi che merita, non trovate?

varanasi barche in costruzione

Lungo le sponde del Gange c’è anche chi lavora… impossibile passeggiare senza che nessuno vi venda almeno tredicimila giri in barca. Non importa se ve lo hanno appena chiesto e vi hanno anche sentito rispondere di no: LORO VE LO RICHIEDERANNO COMUNQUE! 😉 “BOAT?”

gente seduta

Qua si passa dentro le strade di Varanasi! Il caos regna sovrano, gli odori sono forti e pungenti e la gincana tra: mucche, motorini, passanti e cani, è d’obbligo in questi vicoli strettissimi!

uomo sdraiato vara

Qua invece si torna sul fiume e come vedete, non c’è solo chi lavora! 😉

si dorme

e non è mica il solo!!!

gioco e cane

Poi c’è anche chi si sente parecchio osservato, come il nostro amico pelosetto qua in primo piano e chi gioca carte senza guardare mai l’orologio, fregandosene del tempo.

aspattando sul gange

C’è chi aspetta qualcosa, forse un amico, o forse l’inizio di qualche celebrazione religiosa…

celebrazioni

e chi invece dentro alla celebrazione c’è già dentro con tutte le scarpe e suona e canta portando fermento e vivacità nella calma che precede la notte sul fiume.

amici

Non ci sono solo spiritualità a celebrazioni, ma anche la normalità di amici che si incontrano per raccontarsi le cavolate di ogni giorno e che stanno incollati al telefono, proprio come in ogni altra parte del mondo! 😉

baba

Poi c’è il baba col serpente nell’anfora (che rabbia che mi ha fatto!!!!) tutto coperto di cenere intento a fare qualcosa comprensibile solo a lui… e POVERO SERPENTE RIBELLATI!

fumando sul gange

altro baba e altra situazione; qua si chiacchiera, si condivide, si fuma e si lascia scorrere il tempo, allo stesso ritmo con cui scorre il fiume… ve l’ho detto, tutto gira intorno a lui!

Infine lei! La mia preferita:

amica capra

Stavamo passeggiando lungo il fiume, il cielo era già scuro, si stava facendo sera. Vediamo un uomo armeggiare con un caprone… all’ inizio non capiamo cosa stia facendo, a dirla tutta mi allarmo subito perché da malfidata quale sono, pensavo stesse succedendo qualcosa di spiacevole. Una volta vicini alla scena, non potevo credere ai miei occhi; non c’era nulla di sbagliato in quello che stavo guardando, anzi! C’era una connessione tra due esseri viventi di specie diverse che io non avevo MAI visto.

Giocavano: si davano le botte (relativamente piano altrimenti con una testata il caprone avrebbe potuto fare saltare in aria il cranio dell’amico umano! 😉 ), il caprone si alzava su due piedi e poi giù di testa verso la mano dell’uomo…e infine, così: testa contro testa…diversi, ma legati da qualcosa che non so che cosa sia, ma di sicuro si avvicina a quella che dovrebbe essere l’amicizia.

Raccontarvi queste foto ha fatto tornare indietro nel tempo anche me (anche se solo di qualche settimana)… sarà che in viaggio il tempo sembra passare più in fretta e l’India sembra lontana anni luce, quando in realtà l’abbiamo lasciata solo quasi due settimane fa!

Come sempre spero di avervi regalato un viaggio con gli occhi fatto di emozioni…

GRAZIE A MATTEO, PERCHé SENZA DI LUI QUESTA GALLERIA DI RICORDI NON SAREBBE ESISTITA! 

Ciao amici viaggiatori, prometto che tornerò presto con l’ultimo capitolo della mia India!

Alla prossima!

JAY SIYA RAM

4 pensieri su “L’india secondo Matteo: PARTE SECONDA!

  1. ❤️ Quando ti aspettavo!!! Le foto di Matteo sono davvero belle…cattura momenti quotidiani che raccontano molto più di un bel paesaggio, che per l’amor del cielo bello anche quello eh! L’ultima fotina mi ha proprio emozionato! Gli animali lo sanno…sanno che possono essere più forti di noi con poco! Secondo me però scelgono sempre l’amicizia ❤️Troppo buoni a volte!!!

    1. Sono d’accordo , troppo buoni! 😉 in ogni caso credo che le foto di Matteo raccontino davvero, come dici tu, la quotidianità dell’India che si vive per strada… come la gente passa il suo tempo in modo diverso rispetto a quello che siamo abituati in occidente e a volte esattamente uguale, solo a chilometri e chilometri di distanza! È stata una fortuna avere Matteo con noi per un po’ e sono felice di aver potuto condividere questi scatti perché raccontano molto di quello che abbiamo vissuto insieme! 🙂 come sempre : GRAZIE Lucy! <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *