FB_IMG_1502286091064

5 POSTI NASCOSTI (MA SPECIALI) A VENEZIA

Siamo in Italy!!!

FB_IMG_1502286091064

Sono passati ormai 10 giorni dal nostro rientro e non vi nego che la mia assenza sul web è dovuta al fatto che ci siamo concessi ampi momenti con amici e famiglia per non parlare di una bellissima settimana ad Eracle Mare! 

Credo che sappiate che non sono veneta, ma grazie a Federico, per me Venezia e dintorni, sono diventati come una seconda casa! Siamo atterrati all’aeroporto Marco Polo il 26 Luglio e,ad oggi, siamo ancora qua! 😉 Devo ancora passare in terra ligure, ma questo sabato ci sposteremo lì per passare un po’ di tempo anche dalle mie parti!

Nonostante il caldo caldissimo (che ci mancava da morire in Australia) non abbiamo perso occasione per farci un giro nella città più allagata d’Italia ed abbiamo deciso di farlo in un bellissimo pomeriggio domenicale, con un caldo da far invidia all’India e una calca di turisti che: “che ve lo dico a fare?”

In ogni caso, tutti questi “contro” non hanno rovinato il mio pomeriggio incantato fra le calli veneziane, ogni volta è una scoperta e ogni volta è come perdersi in un labirinto di colori e odori, per poi finire nella calletta sbagliata dove non c’è via d’uscita, a meno che non si voglia fare un tuffo nel canale 😉 (io non ve lo consiglio eh!)

Progetto senza titolo

Non sono di certo qui per parlavi dei “classiconi” ovvero i “must see” di Venezia: Piazza San Marco, Ponte di Rialto, Ponte dei Sospiri.. Ovvio che quelli non li potete mancare, ma credo che sia quasi impossibile perderseli se si va a visitare Venezia. Quello di cui vi parlerò oggi sono alcuni posticini che spesso vengono tralasciati ma che, per me, sono piccole chicche che non andrebbero perse se si passa a Venezia più di una giornata.

Perché vi dico così??? Perché, purtroppo, questi posti sono abbastanza distanti l’uno dall’altro e visitarli tutti nello stesso giorno potrebbe risultare una maratona poco piacevole e, soprattutto d’estate, scarpinare su e giù per i ponti può risultare una prova di resistenza fisica non indifferente anche per i più allenati! 😉

Dunque ho scelto 5 posti per voi ed eccoli qui: PRONTI????

VIAAAAAA!

 1) PUNTA DELLA DOGANA                                                                                                                                                            foto presa dal web

Questa zona, forse un po’ tralasciata dai turisti, offre una vista molto particolare di Venezia e ,in più, ospita la bellissima Basilica di Santa Maria della Salute. Lo sapete che io non vado matta per chiese, basiliche ecc ecc, ma questa meraviglia barocca lascia davvero senza fiato! L’ingresso alla Basilica è gratuito a meno che non vogliate affidarvi ad una guida, in quel caso preparatevi 4 eurini alla mano! Per maggiori info vi lascio direttamente il sito web ufficiale http://basilicasalutevenezia.it/orari-e-visite-turistiche/  Tornando a quello che più mi interessa, ovvero: Punta della Dogana; stiamo semplicemente parlando di una punta di terra triangolare che crea una divisione tra il Canal Grande e il Canale della Giudecca ma, vi assicuro, che vale la pena osservare Venezia anche da questa prospettiva!

 2) LA SCALA DEL BOVOLOIMG-20170809-WA0004

Qua si passa dallo stile barocco della Basilica della Madonna della Salute, allo stile gotico del Palazzo Contarini del Bovolo che si affaccia sul Rio di San Luca.

Perché si chiama così??? Diciamo che il Palazzo costruito come dimora ella famiglia Contarini, fu rinominato “del Bovolo” proprio per via di questa bellissima scala a chiocciola ( bovolo=lumachina bianca, o spirale, o vortice o…insomma ci siamo capiti! 😉 )

Per salire sulla scala in questo caso dovrete acquistare un biglietto all’entrata (a meno che voi non siate residenti a Venezia) e vi costerà 7 euro, ma per me sono stati davvero ben spesi anche perché, quando siamo andati noi, era orario di chiusura e all’ultimo piano della scala non c’era nessuno perciò ci siamo goduti le luci del tramonto in piena tranquillità! Vi lascio anche in questo caso la pagina del sito web con orari e altre info http://www.scalacontarinidelbovolo.com/it/orari-di-apertura-e-biglietti/

 3) IL PANORAMA DALLA TERRAZZA DEL FONDACO DEI TEDESCHI

INTERNO DEL FONDACO
INTERNO DEL FONDACO

Progetto senza titolo (1)

Qua si cambia completamente musica e scenario. Si parla di un edificio antico che si affaccia sul Canal Grande, vicino, anzi vicinissimo al famoso Ponte di Rialto. Ora: quello di cui vi voglio parlare non è l’edificio, che è stato completamente ristrutturato per ospitare una sorta di super reggia per negozi di lusso… il punto di forza di questo posto, per me, sta nella sua terrazza! Potrete accedervi gratuitamente (aspettando il vostro turno chiaramente) per godervi una vista magnifica del Canal Grande e di qualche altro scorcio veneziano. Questo è da non perdere anche per quelli che hanno poco tempo da passare nella città sommersa perché si trova veramente a due passi da Rialto! 😉

4) I FRARI

IMG_20170730_171843

Progetto senza titolo (2)

La Basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari (un nome più lungo non potevano darglielo) è la chiesa più grande di Venezia. Ribadisco: non sono appassionata di chiese e basiliche,(ma per questa ho dovuto fare un’eccezione) infatti vi accenno solo che questa basilica in stile gotico veneziano ospita dipinti famosissimi come: L’Assunta di Tiziano e persino la sua tomba. Per non parlare di alcuni rilevanti monumenti funebri come quello dedicato ad Antonio Canova.

Detto questo, si respira un’aria di pace in questo campo: il campo dei frari appunto e la maestosità di questa basilica mi fa sempre venire voglia di fermarmi un po’ a guardarla…magari scovando un bel bacareto (le classiche osterie di Venezia) dove poter sorseggiare un’ombra di vino o uno spritz, continuando ad ammirare il suo campanile o qualche pezzettino di facciata! Una combo perfetta!

5) LO SQUERO

FB_IMG_1502290507533

Sfortunatamente io ci sono passata per caso e non ho nessuna foto al riguardo, ma l’ho trovato un incontro molto interessante! Si tratta dei cantieri in cui vengono e venivano realizzate le gondole e le altre imbarcazioni a remi veneziane. Dunque, se un tempo ce n’erano molti sparsi un po’ qua e un po’ là… ad oggi i cantieri rilevanti rimasti attivi sono sei: tre a Dorsoduro, due alla Giudecca e uno a Castello.

Lo riconoscerete a prima vista! E’ caratterizzato da un scivolo (piano inclinato) che va nel canale e da una zona coperta (normalmente in legno) che fa sia da zona di lavoro che da deposito ecc. ecc. insomma è qualcosa di curioso da trovarsi davanti; provate ad immaginare quanto sia difficile costruire una gondola e fare in modo che stia a galla nonostante la sua forma così particolare??? Per me questi sono veri artisti! 😉

PER FINIRE…

Spero di avervi dato nuovi spunti di ricerca su una delle città più belle e interessanti del mondo… e ricordate che c’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire, anche nei posti che conosciamo meglio (o che pensiamo di conoscere come le nostre tasche!)

P.S. per voi oggi anche la scoperta dell’acqua calda! ahahah! Lo so, sembrerà banale…ma se visitate Venezia perdetevi tra le calli e infilatevi dentro un’osteria per bervi uno spritz e assaggiare qualche cicchetto: ci sono le polentine, il baccalà mantecato, le mozzarelle in carrozza e i crostini con la soppressa… perderseli sarebbe perdersi una parte di Venezia, quella più bella, ovvero la più autentica!

Progetto senza titolo (3)

19 pensieri su “5 POSTI NASCOSTI (MA SPECIALI) A VENEZIA

  1. Io voto per le osterie tutta la vita 😂! Non vorrei mai perdermi la parte più autentica di venezia, mica per altro hahahah!!! Che bello che sei di nuovo in Italia amica e tra qualche giorno torni in Liguria Yeahhhh!!! Non vedo l’oraaaaaa!!!

    1. Yeeeee!!!! Sì ci vedremo prestissimo! E credimi anche per me le fermate cibo e bere sono le piu belle! Soprattutto nei posti in cui trovi solo veneziani dentro! Sono quasi piu tipici del campanile di San Marco 😉 a presto amica mia!

  2. Sono stata a Venezia e mi sono persa tutte queste cose ma voglio tornarci perché sono rimasta affascinata dalla città. Io sono stata ad inizio gennaio e non c’erano troppi turisti perciò ho passeggiato con tranquillità tra le calli. Avevo cercato i bacari ma l’unico che avevo visto non m’ispirava molto!

    1. È una città piena di scorci segreti quindi persino io che ci sono stata un sacco di volte scopro sempre qualcosa di nuovo! 😉 le osterie e i bacari piu caratteristici spesso sono imbucati in viuzze secondarie perche sono molto più un posto per locals che per turisti, quindi alle volte non è facile trovare quelli veramente speciali! Ma basta non perdere la pazienza! 😉 dai sarà per la prossima volta! 😉 un bacione!

    1. Hai ragione sono posti deliziosi! E ce ne sarebbero anche molti altri da citare, ma credo che a Venezia ogni piccolo angolo sia una mini opera d’arte;a volte solo un ponte, o una facciata particolare possono lasciare a bocca aperta! Grazie 😘

  3. Mi hai fatto venire nostalgia di questa fantastica città che adoro tanto. Al Fondaco dei Tedeschi e alla Scala Bovarini ci sono stata lo scorso febbraio! La prima volta a Venezia è per i classici luoghi ma dopo, deve essere alla scoperta dei luoghi nascosti!

    La prossima volta ti consiglio la zona di Castello: io me ne sono innamorata e non sembra neanche di essere a Venezia!

  4. Che bellezza, sono stata a Venezia diverse volte ma ammetto di aver fatto sempre una toccata e fuga, peccato! Fighissima la scala del Bovolo!
    Buon proseguimento cara :*

    1. La prossima volta che passi per una fuga veneta fammelo sapere!😉magari ci facciamo un giro insieme che Federico è un ottima guida😉 tante delle cose più particolari me le ha fatte scoprire lui da bravo local😉 ti mando un super abbraccio!

  5. Intanto bentornata in Italia, ma che viaggio esagerato avete fatto??? 😉 Grazie per i 5 spot che, ovviamente, non avevo mai preso in considerazione, sarà che a Venezia ci finisco sempre per passare al vol. Mi limito a respirare l’aria umida delle calli semi deserte (mai d’estate!!!) e a gustare bontà locali, come Lucia 😉

    1. Pensa che anche io la maggior parte delle volte ci passo di inverno😂😂😂questa è stata una rara occasione! Ma alla gine d’inverno forse c’è meno gentr e più poesia! 😉 per non parlare dell’umidità😂😂😂😂quella regna sovrana!😉 😘

  6. Sono tornata a Venezia il mese scorso, in occasione della festa del Redentore ed è vero…ogni volta salta fuori qualche pezzettino di città che non avevo visitato le volte precedenti! Venezia non finisce mai di stupire… 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *