IMG_20171202_182030

Adam’s peak:la scalata dei 5200 scalini e le spiagge del sud ovest! (WELIGAMA)

Notizie da Wligama!
I due giovano del gruppo: Chiara e Giacomo (Il Frank) dopo una settimana di spiaggia ci hanno abbandonto alla volta dell’Australia!!! Yeeee! Sono già là e stanno proseguendo la loro avventura!

FB_IMG_1512205772123

Noi abbiamo scelto come campo base Weligama, un piccolo villaggio di pescatori dal quale è molto facile raggiungere le varie spiagge della costa!

IMG_20171202_182044

IMG_20171202_181917

Tutti insieme abbiamo visitato Polhena Beach dove armati di maschera e boccaglio siamo andati a cercare le tartarughe!!! Ne abbiamo viste un sacco!

IMG_20171202_182000

La barriere corallina non è delle migliori, ma i pesci sono stupendi! Oltre alle tartarughe abbiamo visto:razze, murene, serpenti d’acqua e tanti pescetti(anche Nemo😉).

IMG_20171130_135801

Abbiamo anche visitato Midigama beach, classica meta per i surfisti!
Parlando di surf, qua a Weligama è un ottimo spot per imparare a cavalcare le onde! Ecco perché fin dal primo giorno siamo tutti andati a fare qualche prova! Fede ormai va come una scheggia! Io sono ancora in fase di apprendimento (eheheh!) Senza contare che sono due giorni che non vado, causa botta sulle costole che mi sta rendendo la vita difficile (aggiungo la tosse: tosse che non mi fa dormire).

Detto questo rilancio con un massacro da parte delle zanzare e delle sand fly che sembro un po’ a metà tra una lebbrosa e un serpente che cambia pelle (visto che il primo giorno mi sono scottata! 🙁 )

Pesci lasciati ad essiccare!
Pesci lasciati ad essiccare!

Detta così sembra una tragedia, in realtà, a parte i miei mille malanni, sto imparando a fare surf, mangiamo molto bene: io frutta riso e verdura, gli altri molto pesce 😉 e ci divertiamo!

IMG_20171202_181635A breve noleggieremo un tuk-tuk: le apette che qua fanno da taxi e partiremo alla scoperta delle spiagge più a est; sta volta solo in tre (io, Matteo e Fede).

Ora che vi ho aggiornato sulla situazione attuale è arrivato il momento di raccontarvi la famosa scalata:Adam’s peak.

IMG_20171121_070049 Si chiama così perché la leggenda dice che questo sia proprio il punto in cui venne scagliato Adamo una volta mandato via dal paradiso. Più romanticamente viene conosciuta anche come “la montagna delle farfalle”, ovvero la montagna dove le farfalle si recano per morire.

IMG_20171121_063036 Si trova nella zona rocciosa dell’isola: la “hill country” a sud est di Kandy. Sul suo picco ogni religione ci vede qualcosa di diverso: l’orma lasciata dal Buddha,di San Tommaso o addirittura di Shiva. Ecco perché questa montagna alta intorno ai 2200 metri dal primo giorno di luna piena di dicembre diventa meta di pellegrinaggi provenienti da ogni parte del mondo… indi per cui:dicembre è un mese altamente sconsigliato per la scalata! Capiamoci: essere presenti durante la “poya” può essere molto suggestivo, ma potrete ritrovarvi anche in coda per ore e perdervi lo spettacolo dell’alba sulla cima.

IMG_20171121_060715

Il percorso di salita consiste in 5200 scalini: 80 per cento abbastanza graduali e l’ultimo 20 per cento ripidi come la morte😉.

Si parte con il buio, intorno alle tre del mattino ed è ovviamente necessaria una torcia. Troverete alcuni posti che vendono acqua e qualche cosina da mangiare anche lungo il cammino, ma a meno che non siate nel periodo di pellegrinaggio non saranno tante le “tea house” aperte.

Sopra le nuvole!
Sopra le nuvole!

Diciamo che il tempo medio per arrivare sulla cima è di circa 2 ore e mezzo (noi siamo arrivati perfetti per ammirare l’alba) per chi è più lento, comunque, si parla di 3 ore e per i più veloci ne bastano due!

Si consiglia di non arrivare in vetta troppo presto (eccessivamente prima dell’alba) per non rimanere troppo ad aspettare al freddo, visto che sulla cima tira parecchio vento! La salita è stata molto solitaria, ma non si può dire lo stesso dell’arrivo sul picco: un sacco di persone! Chi arriva prima e chi dopo, ma come sempre in tutti i grandi posti di interesse è normale che ci sia un po’ di folla!

IMG_20171121_061122

Per la discesa abbiamo fatto un po’ più veloce, ma semplicemente perché ci era stato consigliato di saltellare scendendo gli scalini per evitare di sforzare troppo le ginocchia.

All’andata invece consigliano di camminare a zig zag lungo le scale per alleggerire lo sforzo…

Volete la verità???

Non importa come cavolo salirete e scenderete 10400 scalini (in totale): per 5 giorni avrete gambe di legno peggio di pinocchio e andrete in giro camminando come pinguini!

IMG_20171121_054650

Ma volete mettere che soddisfaziome compiere questa impresa???

E voi ve la sentireste di affrontare questa scalinta infinita? Io vi dico che ne è valsa la pena!

A presto amici!

6 pensieri su “Adam’s peak:la scalata dei 5200 scalini e le spiagge del sud ovest! (WELIGAMA)

  1. Sarò sincera con te…in nome della nostra amicizia ;)! Non credo che avrei potuto intraprendere questa avventura! lo spettacolo che avete trovato sulla cima di Adam’s peak è davvero mozzafiato, ma l’idea di tutti quelli scalini mi ammazza! Immagino che non ci siano mezzi alternativi per salire, se non le proprie gambine…sono vergognosa, lo so!!!

    1. Ma che vergognosa???!!!💖💖io ero un po’ titubante, non perché fosse una salita dura, ma apputno perché erano e sono SCALINI! Secondo me non c’è tortura peggiore😂😂😂 arrivi ad un punto che pensi:”se non finisce alla prossima rampa mi fermo e la guardo da qui l’alba”😂😂😂ma poi una volta che sei in ballo balli fino alla fine…comunque purtroppo non c’è altro modo, solo sti scalini infiniti:l’ultima parte poi è stata la mazzata finale! Secondo me altro che leggende, alla fine i santi o i vari dei li vedono tutti una volta arrivati sopra dopo la fatica fatta!😂😂😂a parte gli scherzi è dura, ma è una bella soddisfazione…peccato appunto per il male alle gambe.tutti quanti, dal più allenato al più scoppiato ci abbiamo messo 5 giorni per smettere di sentire male😨😨😨 un bel ricordo post esperienza!😂😂😂

  2. Mi spaventano tutti quei gradini perché ho problemi alle ginocchia e in discesa se iniziano a farmi male potrebbe essere devastante 🙁 Però non vorrei perdermi il sorgere del sole da lassù. Vi invidio perché avete tanto tempo per fare tutto e per godervi ogni luogo, io andando via sempre per pochi giorni ho sempre il tempo contato e non posso fare tutto quello che vorrei.

  3. Di certo una bella impresa! Tutti quei gradini avrebbero messo a dura prova chiunque, non oso pensare a me li… Anzi mi immagino salirli a gattoni con soste tecniche ad ogni metro!
    Siete dei grandi¡

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *