FB_IMG_1517284614918

PERCHÉ L’AUSTRALIA??? Beh, perché no???

Una domanda che in molti mi fanno è: “perché proprio L’Australia? Perché continui a tornarci???”.

Ecco,oggi ho deciso di darvi delle risposte e anche 7 buoni motivi per farci un pensierino.

Prima di tutto però,mi sembra doveroso aggiornarvi sulla situazione del famoso gruppo de I MAGNIFICI CINQUE che partirono lo scorso novembre per lo Sri Lanka.

IL FRANK E CHIARA: sono in Tasmania al momento e stanno lavorando in una farm di Frutti rossi (dalle fragole ai lamponi e forse anche mirtilli). Se la stanno cavando alla grande e nel frattempo, nei momenti liberi, stanno esplorando quell’isola wild e quasi incontaminata che è la Tasmania.

MATTEO: è stato qua con noi fino a inizio gennaio,poi é tornato verso l’Italia e adesso è impegnato più che mai con la sua bici e tutte le sue passioni (dalla fotografia alla musica).

NOI: siamo sempre qui,in campagna,nella roulotte,in mezzo ai canguri…abbiamo novità,ma è ancora presto per parlarvene 😉

Detto questo pronti per essere travolti da un sacco di buoni motivi per venire quaggiù in Oz???

IL CLIMA

FB_IMG_1517284863509

Come tutti ben saprete l’Australia è grande, MOOOOLTO GRANDE😉; ecco perché volendo si potrebbe vivere per sempre sfuggendo all’inverno! Infatti l’emisfero nord dell’Australia (quello più vicino all’equatore) gode di un clima tropicale caratterizzato da due stagioni: quella secca e quella delle piogge.

Nell’emisfero sud di questo giganterrimo paese invece, troviamo tutte e quattro le stagioni, come in Italia (proprio come da noi magari no,visto che qua d’estate il termometro sale fino ai 50 gradi centigradi😨).

Si da il caso che l’estate dell’emisfero sud coincida perfettamente con la stagione delle piogge dell’emisfero nord, in tal modo dopo una calda e afosa estate nel sud,con l’arrivo dell’inverno si può tranquillamente scappare verso nord e godersi una bella stagione secca, indi per cui: un’altra estate.

Ora,so benissimo che non sono tutti come me, c’è anche chi AMA l’inverno e che quindi starà pensando: “Questo posto non fa per me!”. Invece no! Sappiate che persino qui d’inverno si può andare a sciare in Victoria o in New South Wales e, se proprio non ne avete abbastanza, vi ricordo che la regina dei ghiacciai, la signora Nuova Zelanda, è a un tiro di schioppo😉!

IL PAESAGGIO

FB_IMG_1517284438877

Sempre per la solita motivazione, in un paese così grande, non vi mancheranno di certo luoghi da esplorare. Qui potrete visitare ogni sorta di paesaggio e di panorama possibile. Potrete fare il pieno di spiagge meravigliose, da quelle più wild a quelle più “turisticizzate”.

Visitare cittadine sperdute nelle campagne desolate, o grandi metropoli, come per esempio Melbourne (nella foto qua sotto):

FB_IMG_1517284559568

Potrete passare dal deserto del red center, alle foreste tropicali, senza contare che l’Australia ospita un innumerevole quantità di parchi nazionali, (la maggior parte gratuiti) dove potrete ammirare: cascate, alberi secolari, grotte, gorges, laghi colorati e chi più ne ha più ne metta😄

FB_IMG_1517284624038

GLI ANIMALI

FB_IMG_1517285097748

Senza dubbio il mio punto preferito!!! Quando dicono che non è vero che in Australia i canguri sono dappertutto: NON CREDETECI! Chi vi dice così,probabilmente non è stato troppo lontano dai grandi centri abitati, come Sydney,Melbourne,Adelaide ecc ecc. Vi svelo un segreto: non vedrete mai un canguro in centro città,MAI😁😁😁

Basta allontanarsi un po’ dalle grandi aree urbane e visitare la “real Australia”, (quella fatta di strade polverose, fattorie, pecore, mucche, pick up e birra) per ritrovarsi sommersi dai canguri! Qua, dove sono adesso, l’altra mattina ne ho visti 10, tutti in gruppo a ruffolare in mezzo all’erba!!!

Poi ci sono gli emu,anche quelli li vedrete spesso in giro se vi concederete un road trip. Ci sono i koala, anche se più difficili da scovare, vi assicuro che basterà andare nei posti giusti per beccarli!

Come non citare poi le milioni o miliardi di specie di uccelli che vi piomberanno davanti agli occhi come se niente fosse, tanto da farvi chiedere se siete per sbaglio entrati in uno zoo o in una maxi voliera; no no, qui avere pappagallini colorati, piccioni con la cresta e kookaburra che ridono, è la normalità!

Per non parlare degli animali marini, dalle balene, ai delfini, alle foche, alle tartarughe e persino la possibilità di scendere in acqua accanto al pesce più grande della terra: lo squalo balena😍😍😍

Se, come me, siete amanti degli animali: questo per voi sarà il paradiso!!!

IL CAMBIO

FB_IMG_1517285007498

Questo, ovviamente, è un punto che vale solo per questo preciso momento, non so cosa succederà; sapete anche voi che il valore delle monete oscilla come un dondolo continuamente, quindi: ascoltate bene e affrettatevi  “sìori e sìore”!!! Momentaneamente l’euro è talmente forte che, nonostante lo sappiamo tutti che l’Australia non sia proprio il paese più economico del mondo, al momento per noi “eurotenenti” venire qui in viaggio è MOLTO conveniente. Pensate che un dollaro, ad oggi, vale circa 0,65 centesimi di euro. Se fate due conti questo vuol dire che, qualunque sia il budget con il quale partirete, una volta arrivati qui praticamente è quasi come se raddoppiasse!!! In parole povere, se continua così, sarà quasi come viaggiare in Asia!!! AHAHAHAHAH😂😂😂😂😂NO DAI, NON ESAGERIAMO!!!Però se avete intenzione di farvi un viaggio quaggiù, questo direi che è il momento giusto!

LA LIBERTÀ DI VIAGGIARE ON THE ROAD

FB_IMG_1517286283335

I miei viaggi preferiti in assoluto!!!Qui avrete l’imbarazzo della scelta! Noi in due anni abbiamo comprato due furgoni (camperizzati molto spartanamente) e abbiamo visto tutta la east coast, il centro e la weast coast; abbiamo saltato solo una piccola parte del sud ovest e la parte più a nord della east coast! Si può andare ovunque con il proprio mezzo e troverete aree attrezzate dove poter dormire anche senza dover per forza pagare un caravan park/campeggio e sarete liberi di viaggiare con i vostri tempi costruendo un itinerario tutto vostro a seconda dei vostri interessi! Incontrerete migliaia di viaggiatori on the road, è come una grande famiglia che si supporta e si consiglia a vicenda, a volte saranno incontro furtivi, altre volte amicizie che dureranno nel tempo, insomma: ricordi che vi rimarranno per sempre.

IL LAVORO

26168846_10215939910349886_3141014200548458197_n

Inutile dirvi che trovare lavoro qui in confronto a come siamo abituati noi in Italia, è una passeggiata. Poi, da lì a dire che tutti i lavori sono buoni, ben pagati e paradisiaci: c’è differenza! Noi, nelle nostre esperienze lavorative ci siamo quasi sempre trovati bene, QUASI! Anche qua ci sono quelli che tendono a mettertela in quel posto,  anche qua non tutti gli ambienti lavorativi sono idilliaci, insomma, non è un posto perfetto, nessun posto lo è, ma di sicuro ANNI LUCE AVANTI A NOI. Le cose qua funzionano molto più velocemente e senza troppi intoppi, andare in cerca di lavoro non significa vagare per le strade con la disperazione nel cuore per mesi, ma significa effettivamente andare a cercarlo e trovarlo. PUNTO. Qua c’è ancora un barlume di sistema meritocratico che funziona molto bene, ovvero:se lavori bene, se lavori meglio degli altri, di sicuro verrai premiato. C’è ancora chi dal gradino più basso della piramide riesce ad arrivare in vetta; cosa che in Italia al momento è assolutamente impensabile, se si escludono rare eccezioni.

LE PERSONE

FB_IMG_1517284309790

Ormai lo sapete che non sono una vera fan del genere umano. Ci sono dei periodo in cui preferirei stare su un eremo da sola in silenzio a brucare l’erba,anzi che stare 10 minuti a parlare con qualcuno di cui non mi importa nulla.

Quindi, se ve lo dico io, potete crederci: qui la gente è davvero diversa.

Ti aiutano, sempre, se è nelle loro possibilità cercano di darti una mano senza volere nulla indietro. Tutti ti salutano per strada, specialmente in campagna, a tutti interessa chi sei e come stai, SEMBRA STRANO NO?

La gente è generalmente meno impaurita dal prossimo, ha voglia di condividere e non solo su facebook, ha voglia di condividere le proprie esperienze davvero, nel mondo reale! FA STRANO ANCHE QUESTO VERO?

Una cosa che abbiamo constatato io e Fede e che ci piace moltissimo è come qui la gente sia completamente consapevole della propria identità. Mi spiego meglio: in Italia, magari l’ho notato solo io, ditemi se sbaglio, ma spesso si tende a identificarsi con il proprio lavoro. Un avvocato, un dottore, un operaio, un impiegato, quello che volete, normalmente tende a diventare il suo lavoro anche quando non lavora. Lo si percepisce dal modo di vestirsi, per mantenere un tono, dal modo di parlare, anche dal modo dispregiativo in cui si guardano gli ambienti lavorativi molto lontani dal proprio (e questo vale da tutte le parti lo si voglia guardare, perché chi guadagnerà di più spesso si metterà su un piedistallo,mente chi magari avrà uno stipendio relativamente più basso avrà qualcosa da dire sul modo in cui chi ha fatto carriera sia riuscito ad arrivare a certi livelli ecc ecc.).

Prima di scatenare una terza guerra mondiale, chiarisco subito il fatto che questo è solamente quello che spesso io percepisco, non è rivolto a tutta la popolazione italiana (anche perché non vi conosco tutti😂😂😂) e non è sempre così, è solo una cosa che ho notato varie volte nei miei quasi 32 anni di vita.

Qua la differenza sostanziale, sta nel fatto che, non importa quale sia il tuo lavoro, non importa quale sia il tuo stipendio, quando l’orario di lavoro finisce il banchiere non è più un banchiere, ma è di nuovo “Pinco Pallino”, ovvero: se stesso; la stessa cosa vale per “Tizio” il muratore e “Caio” il fruttivendolo. Svestono i panni del loro lavoro e sono semplicemente se stessi, con i loro vestiti e le loro passioni, tanto che è veramente difficile associarli ad una professione se incontrati in ambito non lavorativo. Quando sono in Italia invece è quasi matematico: vedo una persona e solo dagli atteggiamenti e il modo di vestire riesco a capire che lavoro fa.

Eppure citando “Fight Club” di David Fincher:

“Tu non sei il tuo lavoro. Non sei la quantità di soldi che hai in banca; non sei la macchina che guidi né il contenuto del tuo portafogli. Non sei i tuoi vestiti di marca. Sei la canticchiante e danzante merda del mondo.”

Ora, magari l’ultima frase potrà sembrare un po’ forte, ma diciamo che non è andato molto lontano dalla verità, che ne dite?😉

IL CIBO

FB_IMG_1517285184084

….ahahahah!!!!SCHERZAVO😁 no ragazzi, per il cibo è molto meglio che vi abbuffiate prima di partire, perché qui a parte tonnellate di carne (perfetto per chi è vegano come me😉)c’è davvero poco di tipico e di imperdibile!

Dai, cibo a parte, mi sembra che di buone ragioni io ve ne abbia date parecchie!!! Eeeee NO, non mi pagano per far pubblicità all’Australia è tutto ampiamente disinteressato😁😁😁😁

Che fate partite????

12 pensieri su “PERCHÉ L’AUSTRALIA??? Beh, perché no???

  1. Magari potessi partire per qualche mese per l’Australia! Penso proprio che mi piacerebbe per i suoi territori sconfinati e per i koala che sono animali tenerissimi 🙂 Sono felice che vi troviate bene perché non è così scontato quando si vive all’estero.

    1. Sono d’accordo,non è per niente scontato e infatti in altri posti non è stato lo stesso. Cioè, apprezzo sempre il buono di ogni posto,ma magari mi è bastato vederlo e viverlo una volta,non mi serve tornarci..qui invece spero di continuare a tornarci, sempre😉sono convinta anche io che la ameresti,sei una che ama la natura gli animali le camminate…qua è un sogno!😍ma come hai detto tu ci vogliono almeno un paio di mesi per godersela,quindi fai bene ad aspettare il momento giusto per questo viaggio!👍😘

  2. Ma come? Dimentichi il fantastico avocado che mettono ovunque!! Battute a parte, sai che con me sfondi una porta aperta! l’Australia è mitica, e si non è vicinissima ma almeno una volta nella vita vissuta, anche solo per una meravigliosa vacanza!

    1. No ma che scherzi???hai troppo ragione!!!io adoro l’avocado e qui fa parte della mia dieta settimanale, c’è sempre nei nostri piatti almeno tre volte a settimana!!! Hai ragione non dobbiamo farci fermare dalle distanze!💪il viaggio è lungo per arrivare sino a qui,ma vedo che anche tu concordi sul fatto che ne vale davvero la pena!

  3. Le tue ragioni per tornare in Australia mi sembrano tutte molto valide, ma io ci farei un pensierino anche solo per la questione lavorativa, che qui da noi in Italia è semplicemente pessima… 🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *